Tasse e agevolazioni

  • Come vengono calcolate le tasse universitarie?

L’iscrizione a ciascun corso dell’Ateneo è subordinata al versamento delle tasse universitarie come di
seguito specificate. Le tasse universitarie sono legate al reddito e vengono quantificate in funzione del
valore ISEE del nucleo familiare dello studente. Il pagamento della prima rata perfeziona l’immatricolazione o l’iscrizione ed è necessario per poter compiere qualsiasi atto di carriera.
Gli studenti che non risultino in regola con il pagamento delle tasse relative a tutti gli anni di iscrizione non potranno proseguire la carriera.

L’iscrizione a ciascun Corso di studi (laurea, laurea magistrale e laurea magistrale a ciclo unico) è
subordinata al versamento di:
• contributo unico di iscrizione,
• bollo assolto in maniera virtuale
• tassa regionale.

Le tasse si differenziano in base allo status di studente in corso/fuori corso/ripetente, all’impegno
didattico per il quale si è optato (tempo pieno/tempo parziale) ed al numero di anni di iscrizione della
carriera in Ateneo.

  • Come si pagano le tasse universitarie?

Il pagamento delle tasse universitarie potrà essere effettuato attraverso i sistemi di pagamento elettronici
previsti da PagoPA presso gli Istituti aderenti; per maggiori info, consulta il link:
https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa
Si ricorda che l’Università non invierà alcun bollettino al domicilio dello studente.

  • Cosa succede se pago le tasse oltre la scadenza prevista dal regolamento?

Il ritardato versamento delle tasse universitarie comporta l’applicazione automatica di una tassa di
mora. La sanzione di mora per ritardato pagamento si applica a partire dal terzo giorno di ritardo. Il ritardato pagamento della prima rata della tassa di iscrizione, comporta l’applicazione delle seguenti tasse di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni;
  • € 50,00 per un ritardo superiore ai 10 giorni.

Il ritardato pagamento della seconda rata, comporta l’applicazione delle seguenti tassa di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni;
  • € 50,00 per un ritardo compreso fra 11 e 30 giorni;
  • € 100,00 per un ritardo compreso tra 31 e 90 giorni;
  • € 180,00 per un ritardo superiore a 90 giorni

Il ritardato pagamento della terza rata, comporta l’applicazione delle seguenti tassa di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni;
  • € 50,00 per un ritardo compreso fra 11 e 30 giorni;
  • € 100,00 per un ritardo compreso tra 31 e 90 giorni;
  • € 180,00 per un ritardo superiore a 90 giorni.

Gli studenti non in regola con il pagamento delle tasse universitarie non possono iscriversi agli
esami né compiere alcun atto amministrativo.

  • Cosa succede se non dichiaro l’ISEE?

La mancata dichiarazione o comunicazione all’Ateneo entro il 31/12/2023 dell’attestazione ISEE ai fini del calcolo delle tasse comporterà, per un inserimento tardivo, una sovrattassa di 50,00€.

  • Cosa è la tassa ERSU?

L’ERSU è l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio e ha lo scopo di promuovere, attuare e coordinare vari servizi a livello sia individuale che collettivo, a favore degli studenti universitari. La tassa ERSU è la tassa Regionale per il Diritto allo Studio e ammonta a 140€. Si paga una volta all’anno, e sono esonerati dal pagamento gli studenti idonei e benificiari di Borsa di Studio ERSU.

NB: Per gli ulteriori contributi, la No Tax Area(Esonero totale), come richiedere il rimborso delle tasse universitarie, ecc, si riamanda al Regolamento Carriere Studenti dell’a.a. in vigore e si consiglia di contattare la Segreteria Studenti.